Meno dolore e un risultato più duraturo nella cura dentale con la tecnica OMI  Odontoiatria Minimamente Invasiva

Arrecare meno dolore possibile al paziente ottenendo il massimo risultato al fine di conservare il più a lungo i denti naturali.

E’ questo lo scopo ed il beneficio della MID: Minimally Invasive Dentistry (Odontoiatria Minimamente Invasiva).


La tecnica MID utilizza una procedura minimamente invasiva per restituire l’anatomia, la funzione e l’aspetto originale di denti, gengive e bocca basandosi su un approccio medico che, per prima cosa, vuole intercettare (e quindi controllare) la malattia all’origine.  Attraverso tecniche innovative è infatti possibile risolvere la carie o altre patologie rimuovendo solo la quantità strettamente necessaria di tessuto dentario, osseo o gengivale danneggiato.

Alcuni casi in cui si possono usare le nuove tecniche indolore 

In passato semplici casi di carie dei denti anteriori e posteriori o lesioni bianche dello smalto, sono sempre stati trattati con trapano e frese per rimuovere il tessuto non sano del dente e sostituirlo con materiali compositi e di natura chimica.

Oggi ci sono nuove tecniche indolore di infiltrazione dello smalto e della dentina che consentono di trattare e risolvere queste condizioni in un solo appuntamento, senza l’utilizzo di trapano e senza l’applicazione di materiale di ricostruzione che poi andrebbe necessariamente sostituito nel corso degli anni.

Per il dentista è un intervento meno facile e che richiede più tempo, ma rappresenta un trattamento del tutto conservativo e con ottimi risultati funzionali ed estetici.

Per il paziente significa meno dolorepiù serenità, miglior controllo dell’igiene orale e soprattutto un risultato duraturo nel tempo poiché si riduce la necessità di rifacimenti futuri negli anni a venire.

La “rivoluzione” terapeutica della Minimally Invasive Dentistry (MID)

Come detto in precedenza, il comun denominatore della MID è la preservazione del tessuto sano del dente.

L’introduzione di tecniche adesive affidabili e durature ha permesso un profondo e rapido progresso della MID. Queste tecniche, tuttavia, non possono funzionare (o non si possono applicare) se le patologie in essere non vengono affrontate precocemente e nel modo corretto.

Per poter utilizzare la tecnica MID è necessario effettuare una ponderata valutazione dei rischi, dei trattamenti preventivi e della relativa profilassi, della diagnosi precoce ed una rimozione dei tessuti estremamente conservativa nel momento del trattamento protesico o chirurgico.

Ecco alcuni esempi di trattamenti MID:

  • Sbiancamento e faccette estetiche ultra sottili
  • Intarsi, onlays e overlays (table-tops) al posto di corone
  • Terapie paradontali conservative
  • Sigillanti e otturazioni che non richiedono riduzione dello smalto.
  • Bite

 

Per fissare un appuntamento con il dott. Guido Bracchetti contattaci