Chiamaci al TelTel: +39 02 76023438Lun - Ven: 9:00-13:00 / 14:00-19:00

  • Home
  • Blog
  • Come scegliere lo spazzolino per il tuo bambino

Come scegliere lo spazzolino per il tuo bambino

Lavarsi i denti dovrebbe essere divertente, i vivaci colori e i disegni sugli spazzolini da denti dei bambini hanno lo scopo di rendere più piacevole e simpatico questo momento.

Lo spazzolino ideale dovrebbe avere requisiti che consentono facile impiego, efficace rimozione della placca, rispetto dei denti e delle gengive. L’enorme offerta di spazzolini sul mercato soddisfa le necessità per ogni età ed esigenza. La lunghezza deve essere appropriata all’età e alla manualità del bambino: i manici ergonomici offrono una presa più sicura e un utilizzo più semplice.

  • La testina deve essere priva di spigoli che potrebbero danneggiare le gengive e le mucose e di dimensioni adatte alla bocca per raggiungere tutti i denti.
  • Le setole preferibilmente morbide e super morbide; la disposizione ne determina il profilo: piatto, a cupola, bilivello, multilivello e angolato.

Lo spazzolino più adatto ad un bambino dovrebbe avere un manico dritto e grosso, setole morbide e flessibili con punte arrotondate, un profilo di setole piatto con almeno tre file e la testina piccola. Esistono spazzolini piccolissimi, con manici fatti a maniglia per facilitare la presa da parte del bambino, e persino piccoli “cappucci” con setole da inserire sul ditino, che possono essere utilizzati già dai primi mesi, sempre con l’assistenza dell’adulto.

Per rimuovere bene la placca lo spazzolino deve essere nuovo, quindi bisogna cambiarlo mediamente dopo 3-4 mesi: le setole sono assottigliate, perdono la loro forma iniziale e iniziano a curvarsi verso l’esterno, aprendosi a “ventaglio”. Studi dimostrano che uno “spazzolino invecchiato” rimuove il 30% di placca in meno rispetto ad uno nuovo.

Come si usa lo spazzolino?

La tecnica di spazzolamento ideale deve permettere la rimozione della placca da tutti i denti, in un lasso di tempo relativamente breve. Per spazzolare i denti correttamente sono necessari 2 minuti, due volte al giorno, per rispettare i tempi ed evitare che il bambino si annoi, ci si potrebbe aiutare con una clessidra oppure un orologio.

A causa della scarsa manualità e del poco spazio per lo spazzolino tra guancia e denti, le zone che i bambini trascurano più spesso sono le superfici interne (a contatto con lingua e palato) degli incisivi e le superfici esterne (a contatto con la guancia) dei molari. Saranno l’odontoiatra e l’igienista a consigliare la tecnica giusta in base all’età e alla manualità, in generale possiamo dire che queste sono le tecniche più usate per il bambino.

La tecnica più semplice per i bambini piccoli e in generale per chi ha poca manualità è la tecnica di Fones o circolare. Lo spazzolino indicato è quello con setole morbide e si posiziona a 90° sulle superfici esterne dei denti. Tenendo le arcate chiuse si fanno movimenti circolari in modo da pulire tutti i denti, si apre poi la bocca e si passa lo spazzolino “avanti e indietro” sulle superfici dei molari.

Man mano che il bambino cresce e migliora la manualità potrà utilizzare tecniche, per lavare i denti, diverse e più efficaci.

Dentifricio e fluoro

La pulizia dei denti va fatta rigorosamente senza dentifricio almeno fino al primo anno di vita, in seguito può essere aggiunto in quantità minime, mettendo una punta di dentifricio grande come un pisello e facendo attenzione che il bambino non lo ingoi. La maggior parte dei dentifrici in commercio contiene Fluoro (1000 ppm di fluoro), una sostanza importante per la prevenzione della carie. Il fluoro ha principalmente due funzioni:

  • interagisce con lo smalto dei denti, rafforzandone la struttura e rendendo più forte il dente agli acidi prodotti dai batteri che causano la carie;
  • inibisce la crescita dei batteri della placca e riducendo di conseguenza l’accumulo della stessa.

L’applicazione topica del fluoro come prevenzione, ha maggiore efficacia se fatta durante l’eruzione dei denti. Quando un dente “spunta” la sua superficie non è completamente mineralizzata e quindi più suscettibile alla carie, allo stesso tempo è più porosa e recettibile all’assorbimento di fluoro.

L’utilizzo di sostanze fluorate da parte del bambino deve essere fatto sotto stretto controllo e prescrizione del dentista; un’assunzione eccessiva e prolungata di fluoro (acqua fluorata, dentifricio, supplementi fluorati, latte in formula, ecc) in età pediatrica (0-4 anni) può essere causa di fluorosi dentale, un indebolimento del dente che si manifesta con macchie bianche dello smalto diffuse. Altre conseguenze di un’ingestione eccessiva di fluoro sono nausea, vomito, diarrea fino a problemi più seri del sistema nervoso e circolatorio.

Come insegnare al bambino ad usare correttamente lo spazzolino e rendere divertente questo momento?

La placca che si accumula sulla superficie dei denti è la causa principale di carie e infiammazioni delle gengive. La buona notizia è che eliminando la placca si possono prevenire entrambe queste due malattie del cavo orale.

Cattiva notizia, la placca è chiara e poco visibile all’occhio di un bambino. Quindi come si fa a convincere un bambino ad eliminare qualcosa che non vede? Si colora!

Esistono delle sostanze non tossiche, dette “rivelatori di placca” in grado di colorare la placca e renderla visibile.

Possono essere in pastiglie che vanno succhiate e masticate oppure in forma liquida tipo collutorio. Queste sostanze possono essere utilizzate con due scopi diversi:

  1. Motivazione: applicate prima dello spazzolamento, evidenziano la posizione e la distribuzione della placca sui denti per guidare il bambino alla sua rimozione.
  2. Correzione: usate dopo che il bambino ha spazzolato i denti gli permettono di vedere la “placca dimenticata” sui denti e valutare

le zone che ha trascurato e che quindi necessitano di un secondo passaggio. Il bambino acquisirà in tal modo consapevolezza delle zone più difficili da raggiungere e a cui prestare maggior attenzione.

Teleconsulto Online

Una soluzione semplicissima per essere vicino a chi vuole avere un primo parere o è impossibilitato a raggiungerci. Parliamo diverse lingue anche per chi viene dall'estero
  • Molto semplice
  • Puoi scegliere l'orario
  • Ricevi assistenza concreta
  • Puoi anche fare le visite di controllo

Teleconsulto Online

I nostri pazienti ci hanno scelto per...

Il Team guidato da Guido e Veronica Bracchetti si impegna in questo lavoro perché ama le sfide difficili.
Ama far bene il proprio lavoro che è fatto di precisone e di dettagli.

Stimolati e preparati per andare oltre ogni limite per raggiungere un risultato eccellente. Questo significa pure riuscire ad affrontare situazioni e problematiche cliniche che altri non hanno saputo gestire e risolvere. L'obbiettivo di tutto il team è arrivare a dare ai pazienti un risultato superiore alle loro aspettative e andare oltre a quello richiesto in origine.

Puntualità

Per i nostri pazienti provenienti da tutta europa la puntualità è di fondamentale importanza.

Esperienza

Rendiamo l'esperienza dal dentista molto positiva con protocolli e tecnologie d'avanguardia

Casi Clinici

Migliaia di casi documentati per garantire la massima esperienza anche in situazioni di disaster recovery

Digitalizzazione

Diagnostica d'avanguardia unita a personale specializzato per ottenere l'eccellenza nei trattameti odontoiatrici offerti

Personale

Disponiamo di personale qualificato per dare supporto logistico in ogni fase del trattamento.

Ricerca

Lo Studio Dentistico Bracchetti è il punto di riferimento per la ricerca e lo sviluppo delle migliori soluzioni del continente

 Via Durini, 27 - 20122 Milano Italia - tel +39 02 76023438 p. iva 10564240967
Studio Bracchetti © 2021 Tutti i diritti riservati - Vietata la riproduzione anche parziale